L'Isolamento Acustico

Isolamento Acustico

La legge, come per l'isolamento termico, ha previsto norme specifiche che regolamentano e garantiscono anche la protezione dai rumori , prevedendo che i luoghi maggiormente esposti all'inquinamento acustico venissero costruiti in moda tale da garantire un certo isolamento acustico. Si tratta soprattutto di edifici, ad uso abitativo o non, che si trovano in luoghi particolarmente trafficati (centri storici, zone industriali, vicino alle autostrade?), oppure di luoghi che, per natura, necessitano di tranquillità (ospedali, case di cura, scuole?).

I materiali utilizzati per l'isolamento termico, costituiscono già di per sé un buon mezzo di isolamento acustico, in quanto, i materiali e le intercapedini utilizzate nel primo caso rappresentano già di per sè un ottimo schermo nei confronti del rumore. Per isolare le pareti, l'ideale sarebbero proprio queste ultime, le quali possono essere riempite con aria o con alti materiali isolanti che attutiscono i suoni provenienti dall'esterno, come la fibra di vetro o la lana di roccia.
Una volta installato il pannello isolante, si procede quindi creando una seconda parete in cartongesso che, oltre a migliorare ulteriormente le prestazioni dell'isolante, conferisce anche un migliore aspetto estetico ed una maggiore praticità per gli abitanti.
Un ottima alternativa ai classici materiali isolanti è poi l'Aerogel: un nuovissimo materiale estremamente leggero, composto per il 99% da aria e per l'1% da biossido di silicio.

Se però, un intervento così invasivo ci risultasse impossibile, per motivi che vanno dal budget al fatto di trovarsi in affitto, una soluzione comoda ed ingegnosa è quella di sistemare dei mobili lungo le pareti più rumorose: il legno, si sa, è uno dei materiali isolanti per eccellenza. La soluzione darebbe poi risultati migliori se potessimo riempire i mobili con libri o abiti che evitano il propagarsi delle vibrazioni sonore.

Come per l'isolamento termico però, anche nel caso di quello acustico si presenta il problema degli infissi che, attraverso i minimi spifferi che presentano, rappresentano un punto di passaggio per il rumore proveniente dall'esterno. Le guarnizioni in gomma sono la soluzione perfetta sia per le porte che per le finestre ed, oltre ad isolare acusticamente, garantiscono anche un certo livello di isolamento termico.
Altra soluzione per le finestre, che richiede però una spesa maggiore, è quella del vetrocamera: se il budget ce lo consente, possiamo infatti far sostituire i classici vetri delle nostre finestre con doppi vetri dotati di un intercapedine di aria secca che, successivamente, verranno poi sigillati con una doppia guarnizione in elastomero plastico.
Ultima soluzione è quella di proteggere gli infissi già installati con delle 'sovrafinestre', ossia con un secondo infisso dotato di un vetro più spesso che funge da schermo ai rumori.